L’asilo nido “C’era una volta …” è stato aperto 34 anni fa, nel 1982, da Giuliana Cancelli, ed è tuttora da lei diretto con la collaborazione di un gruppo di educatrici, diplomate e laureate, che sono al nido da oltre quindici anni.
La decisione di apertura del nido è stata presa dalla direttrice, e titolare del nido stesso, dopo un periodo precedente di attività educativa, durato una decina d’anni, svolto dapprima presso una scuola materna del comune di Milano e poi presso il nido privato di Via Ischia, tra i primi autorizzati a Milano e molto noto a suo tempo.
Dagli inizi dell’attività di educatrice ad oggi, sono trascorsi quindi trentacinque anni, durante i quali Giuliana Cancelli ha potuto stringere rapporti affettivi con moltissimi bambini e relazioni interpersonali con moltissimi genitori, condividendo esperienze preziose che Le sono state utili per approfondire ed estendere le sue conoscenze nei campi della pedagogia e delle relazioni umane familiari.
Da sempre, l’indirizzo educativo prevalente del nido “C’era una volta …” è quello di svolgere ai massimi livelli le attività pedagogiche finalizzate all’affermazione nei bambini delle capacità innate di giocare, sperimentare e socializzare in piena autonomia, stimolando le potenzialità di ciascuno con il sostegno di rapporti affettivi solidi e rispettando i tempi di sviluppo individuali.
E ancora oggi, quindi le attività al nido “C’era una volta …”, sono svolte con riferimento a tale indirizzo educativo, prestando grande attenzione agli studi pedagogici più attuali in accordo con i valori etici e le condizioni di promozione sociale delle famiglie che la società propone. Mantenendo tuttavia saldi quegli insegnamenti e quei comportamenti che da sempre rappresentano l’affidabilità del nido e il suo successo.
Presso il nido, nei diversi anni scolastici, sono state organizzate numerose attività di laboratorio su animazione della fiaba, giochi in lingua inglese, manipolazione della ceramica con produzione e cottura d’oggetti, psicomotricità, preparazione di pietanze.

– Dal 1984 al 1997, sono stati organizzati corsi di “giochi con l’acqua ” in piscina, della durata di tre mesi l’anno.

– Nel 1985, Bruno Munari ha sperimentato presso il nido alcuni suoi giochi che poi ha presentato, sempre presso il nido, a delegazioni d’educatrici giapponesi.

– Nel 1987, la ditta Danese ha fatto una fornitura gratuita di giochi da essa prodotti (alcuni dei quali di Enzo Mari), perché fossero sperimentati e giudicati criticamente dalle educatrice del nido.

– Nel 1990, Aida Muratori ha svolto presso il nido un corso sperimentale di musica per bambini con meno di tre anni: i cui risultati sono stati oggetto di una pubblicazione indirizzata alle educatrici di asili nido.

– Nel 2000, la Casa Editrice San Paolo ha chiesto alla titolare del nido di scrivere un articolo, per la rivista “Famiglia Oggi” sull’indirizzo educativo dell’asilo e sull’apertura di nuovi nidi. L’articolo è stato pubblicato sul n. 1 di gennaio 2000, con il titolo: “Una crescita straordinaria”.
– Nel 2001, la Fondazione Bollini di Castel San Pietro Terme (BO), ha chiesto alla titolare di tenere una lezione ad educatrici di asili nido sul tema: “Porto il bimbo al nido. Perplessità, paure, collaborazioni tra educatrici e genitori”.

– Nel 2006 Chiara Zanderighi, già educatrice presso il nido, si è laureata in Scienze dell’Educazione con la tesi: “C’era una volta…” L’evoluzione del progetto pedagogico in un nido milanese.

– Nel 2009 Giuliana Cancelli ha collaborato come esperta alla realizzazione delle serie video “Giocare e Crescere” per la Web TV di De Agostini Editore, DeabyDay. La serie video è dedicata all’importanza del gioco nella fase di sviluppo nella prima infanzia.